Come è nato il blog "scillachiese"?

Questo blog nasce dalla fede e devozione che,
questo piccolo gruppo di ragazzi,
ha verso le proprie chiese
e ciò che rappresentano.

23 gennaio 2008

I lavori della Chiesa dello Spirito Santo



Grazie alla sensibilità verso il patrimonio storico - artistico - culturale di nostri pochi compaesani, si è riusciti ad ottenere dalla Regione Calabria un finanziamento di € 300 000, 00 per i lavori di restauro strutturale dell’edificio sacro. I lavori hanno avuto inizio il 21 maggio del 2007, ed interessano solo l’esterno dell’edificio, prevedono la sostituzione dell’intonaco esistente con un più adatto (già eseguiti), pulitura delle pietre che decorano la facciata centrale ed il campanile, ed infine il restauro del portone principale.
Purtroppo i lavori che dovevano essere consegnati entro il 15 gennaio del 2008, sono fermi da oltre due mesi. Speriamo che riprendano al più presto per restituire al suo antico splendore una delle chiese antiche e più belle non solo di Scilla ma della ns. Diocesi.
Giuseppe Fontana

Noi del blog ci uniamo all’appello di Giuseppe affinché i lavori siano terminati nel più breve tempo possibile.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Certo che non abbiamo delle belle chiese....direi che quasi tutte siano incomplete,mi sembra e a voi?
1-Matrice,manca la finitura del prospetto principale e altro,e poi che centrano tutti dì tabelli e tabellini che oltre il colore mettono un pò di confusione..,perchè non fare anche il tetto della casa dei parroci con le tegole,non bastano alcuni privati scillesi e non che costruiscono ad abbruttire il paesaggio?.
2-Spirito Santo,si stanno facendo degli ottimi lavori,suggerirei di interessarsi per lo spostamento dei cavi enel/telecom?chi ogni fotografia spuntunu in primu pianu,malanova.
3-San Rocco,San Giuseppe...sempri chiusi e incomplete e a muffa aumenta ma pirchì.ciao da peppino

Anonimo ha detto...

la gente arranca ad arrivare a fine mese e la regione,parte dello stato,pensa a ristrutturare chiese con ben 300.000 euro.esempio di un italia malridotta.salute.

Anonimo ha detto...

Di sicuro, ognuno di noi ha parametri e punti di vista, che usa per fare considerazioni, questo è giusto. Consideriamo che le chiese oltre ad avere un valore spirituale per tantissime persone, hanno un valore sia artistico-culturale che economico, in questo caso valore artistico-culturale perché esprimono la bellezza di un'architettura, espressione di un tempo fruttuoso per l'arte. Economico perché sono attrattore turistico, di vari targhet che danno un ritorno economico non trascurabile. Il problema è, che a Scilla fino ad oggi non abbiamo fatto altro che nascondere tutto quello che può essere vantaggioso per lo sviluppo turistico-economico del ns. paese.
Hai ragione tanti arrancano per arrivare alla fine del mese forse è arrivato il momento di non far solo discorsi, ma di agire ognuno nei modi che crede più efficaci, ma con due propositi: essere propositivo non distruttivo, creare unione o meglio comunione non divisioni.
Grazie per averci visitato
Costantino

Scilla65 ha detto...

E' vero che non si arriva più a fine mese ma è anche vero che i nostri beni socio culturali non devono essere abbandonati a se stessi. Quindi facciamo in modo affinchè le nostre chiese ritornino tutte al loro massimo splendore , che vengano riaperte e visitate dai turisti in quanto fatte con sacrifici dei nostri nonni, genitori e anche nostri. Non possono, quindi fare brutta fine in quanto in mano a chi oggi è qui' e domani non si sa. Perche' si devono perdere per incuria e per mancanza di interesse?
Un grazie va anche a chi si è interessato a far arrivare i soldi per la chiesa dello Spirito Santo
anche se i lavori sono ancora fermi come ci fa notare l'amico Giuseppe.
Ciao a tutti